Biblioteca

La Biblioteca di Farfa
La Biblioteca

BIBLIOTECA FARFA

La Biblioteca statale di Farfa è collocata all’interno del complesso monastico omonimo ed oggi più che mai vuole raccogliere l’eredità della grande tradizione culturale che il luogo le consegna.

Fin dalla sua istituzione la struttura ha operato nel segno della tutela e valorizzazione del patrimonio librario.

La tradizione vuole che a Farfa sia esistito uno scriptorium fin dall’VIII sec. quando l’abate Alano compila il suo Omeliario. Successivamente, con l’accrescere della potenza economica e politica, dall’epoca carolingia fino al XII secolo, si avrà una produzione abbondante nella quale si distinguono personalità di rilievo.

GGPKG_PLUGIN_ERROR_HTML5_REQUIRED

Fra queste vanno certamente citati gli abati Ugo I (XI sec.) e soprattutto Gregorio da Catino (XII sec.), autore del famoso Regesto di Farfa. Ugo I nella sua Desctructio affermava che era difficile dire quanti e come fossero ornati di gemme preziose i libri dello scriptorium di Farfa.

Successivamente, con la decadenza politica ed economica, inizia una fase di dispersione di questo grande patrimonio che durerà fino ai nostri giorni. Inoltre con l’unità d’Italia gran parte di esso fu confiscato.

Solo nei primi decenni del novecento, grazie al lavoro di alcuni monaci, si ha una ripresa del lavoro di raccolta e sistemazione, fino a giungere al 1947 quando la biblioteca, insieme con altre 10 in Italia, fu inserita nella speciale categoria di “Biblioteca annessa al Monumento Nazionale”. L’inaugurazione ufficiale avvenne il 9 febbraio 1964.

E’ negli anni 2000 poi che, grazie ai fondi speciali del gioco del Lotto messi a disposizione dal MiBAC, di cui la Biblioteca è un ufficio periferico, si è provveduto ad eseguire un progetto di ristrutturazione strutturale, impiantistica e inventariale del proprio patrimonio.

Oggi la Biblioteca conta oltre 60.000 volumi di cui 350 manoscritti, 234 pergamente, 46 incunaboli, 581 cinquecentine, numerose edizioni del ‘600, ‘700 e ‘800.

BIBLIOTECA MONUMENTO NAZIONALE DI FARFA

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel e fax 0765 277030

Chiama la Biblioteca